Official Series Partners

News

Al-Attiyah vince il Cyprus Rally, Ingram allunga in classifica

2019-09-29T16:12:33+02:00Settembre 29th, 2019|2019, Cyprus Rally|

Nasser Al-Attiyah conquista la sua sesta vittoria nel Cyprus Rally con una grande prova, mentre la leadership del FIA European Rally Championship resta nelle mani di un Chris Ingram capace di salire sul podio e allungare sui rivali.

Al-Attiyah e il suo co-pilota Matthieu Baumel hanno vinto le prime tre PS della Tappa 2, portandosi saldamente al comando con la Volkswagen Polo GTI R5 della Autotek Motorsport.

Alle loro spalle, Alexey Lukyanuk (Saintéloc Junior Team) sembrava tranquillo in seconda posizione, quando nella PS10 “Kapouras” un problema tecnico occorso alla sua Citroen C3 R5 lo ha costretto a fermarsi e alzare bandiera bianca.

Questo ha consentito a Simos Galatariotis (Petrolina Racing Team) di salire in piazza d’onore, con dietro Ingram; il pilota della Toksport WRT beneficia del K.O. di Lukyanuk per lasciarlo indietro in classifica, con il russo che viene passato anche da Łukasz Habaj (Sports Racing Technologies), ora a -18 dal britannico.

Habaj ha lottato per tutto il giorno con Ingram per il quarto posto, riducendo il distacco a 6″2 da lui, ma un testacoda lo ha fatto finire indietro, per poi accusare problemi all’acceleratore della sua ŠKODA Fabia R5 nel loop pomeridiano, oltre ad un guasto all’interfono che lo ha ulteriormente rallentato.

Tutto ciò ha dato modo a Mikko Hirvonen (MM-Motorsport) di passare il polacco, dopo una lotta serrata con Niki Mayr-Melnhof. Il finlandese era in gara per divertirsi con la sua Ford Fiesta R5 e c’è riuscito, anche se nel finale ha dovuto fare i conti con qualche noia ai freni.

Mayr-Melnhof non era partito benissimo sabato, con la Ford Fiesta R5 dell’austriaco che si era messa a fare le bizze con le spie accese; risolti i problemi, Niki ha mostrato un ottimo passo gara concludendo a 19″6 da Habaj.

Albert von Thurn und Taxis (Baumschlager Rallye & Racing) centra invece il miglior risultato stagionale nell’ERC terminando dietro al connazionale, ponendo fine alla striscia di ritiri consecutivi che gli avevano negato la zona punti più volte.

Ottavo Emilio Fernàndez (Toksport WRT), al debutto nell’ERC e capace di battere Abdulaziz Al-Kuwari e Norbert Herczig (MOL Racing Team). Il qatariota oggi ha sofferto il fare da apripista a tutti, rimontando comunque dall’11° posto, mentre l’ungherese ha prima rotto mezza trasmissione atterrando da un salto nella PS8, per poi recuperare terreno al pomeriggio.

A punti va anche Paulo Nobre (Palmeirinha Rally), con Tibor Érdi Jr (Érdi Team Kft.) che invece resta a bocca asciutta dopo la grande bagarre tutta tra ŠKODA Fabia R5 che aveva visto il brasiliano allungare quando l’ungherese ha rotto la protezione della coppa dell’olio.

Rakan Al-Rashed (Toksport WRT) era rientrato in gara, ma è finito fuori per un problema al servosterzo.