Official Series Partners

News

Anteprima: Gryazin, Ingram e Kreim nel gran duello per l'ERC Junior U28 in Polonia

2018-09-14T09:00:04+02:00 settembre 14th, 2018|2018, Rally Poland|

Nikolay Gryazin e Chris Ingram saranno i principali avversari di Fabian Kreim al PZM Rally Poland, prossimo round del FIA European Rally Championship (21-23 settembre).

Il tedesco è al comando della classe ERC Junior Under 28 con 20 punti di margine sull’inglese quando mancano 2 gare al termine, ma a sua volta anche Gryazin è a -22 e può sicuramente dare l’assalto alla vetta della classifica.

Kreim (ŠKODA AUTO Deutschland) è andato a punti quattro volte nel 2018, mentre Gryazin (Sports Racing Technologies) tre ed Ingram (Toksport WRT) ha saltato una gara. Il trio si presenta in Polonia con le rispettive Fabia R5 che già hanno condotto su terra.

Gryazin è reduce dalla vittoria al Rally Elektrėnai in Lituania e dal quarto posto al Enset Oy SM-Ralli in Finlandia. Ingram è al Rally di Turchia WRC, mentre Kreim ha svolto dei test con il suo caposquadra Raimund Baumschlager.

“Arriviamo ben preparati, ma dobbiamo concentrarci al massimo – ha dichiarato Gryazin – Combatteremo duramente contro Fabian Kreim e Chris Ingram per il titolo, sono molto forti e dobbiamo dare il massimo”.

In ERC Junior U28 avremo in azione anche Tomasz Kasperczyk (Tiger Energy Drink Rally Team), Miko Marczyk (ŠKODA Polska Motorsport) e Łukasz Pieniążek (Printsport). Kasperczyk torna a correre nell’ERC dopo l’Azores Airlines Rallye essendosi concentrato sul campionato polacco, con Marczyk che ha appena vinto in Lituania la sua prima gara su terra. Pieniążek si era visto in ERC Junior U27 anni fa e ora corre spesso nel WRC. Filip Mareš continua la sua avventura con la Fabia R5 della Kresta Racing dopo che il ragazzo dell’ACCR Czech Rally Team aveva terminato anzitempo il Barum Rally. Laurent Pellier (PEUGEOT Rally Academy) deve invece portare in alto la sua 208 T16.

ERC Junior U27, la terra chiama il leader Sesks
Mārtiņš Sesks è il pilota da battere in FIA ERC Junior Under 27 Championship dopo che il ragazzo dell’ADAC Opel Rallye Junior Team ha vinto con la sua ADAM R2 a Roma e Zlin portando a +59 punti il proprio margine in classifica. Il lettone attende con ansia anche il Rally Liepāja. “Sono nato su questo tipo di strade e corso molto in Lettonia e Polonia, ma debbo restare calmo e non pensare troppo al titolo. L’obiettivo è sempre lo stesso, arrivare alla fine e non fare errori”. Il suo compagno di squadra Tom Kristensson – attualmente secondo in classifica – ha appena vinto l’East Sweden Rally e naturalmente è fra i favoriti, mentre Efrén Llarena (Rally Team Spain), Sindre Furuseth e Miika Hokkanen (Saintéloc Junior Team) sono chiamati ad una prova di forza. Anche Dominik Brož dovrà riscattarsi dopo il ritiro in Repubblica Ceca. Mattia Vita (TRT Junior Rally Team) arriva invece forte dei due quarti posti ottenuti nelle ultime due gare. Catie Munnings (Saintéloc) se la vedrà con Emma Falcón per l’ERC Ladies’ Trophy, Sebastian Johansson correrà la sua seconda gara in ERC Junior U27. Il Campione 2WD polacco Kacper Wróblewski debutta con la PEUGEOT 208 R2 della Rallytechnology ed è carico: “E’ solo il mio terzo rally su terra in carriera, ma sono felicissimo di essere qui e avere questa occasione. Sono entusiasta e voglio arrivare alla fine divertendomi.

Magalhães: “Lukyanuk merita il titolo”
Bruno Magalhães ha incoronato Alexey Lukyanuk Campione del FIA European Rally Championship già prima del Rally Poland. Il portoghese è il primo avversario del russo, ma non concluderà la stagione e questo consentirà al rivale di vincere il titolo: “Se non dovessi essere io il Campione sarei felicissimo lo diventasse Lukyanuk – ha detto Magalhães – Per tutto l’anno ha dimostrato di essere il più veloce ed è anche una persona fantastica. Ci siamo sempre trovati bene. Purtroppo l’anno scorso ebbi un brutto incidente in Lettonia e lui venne a trovarmi in ospedale, fu davvero carinissimo”. Lukyunak va a caccia della terza vittoria dell’anno con la Ford Fiesta R5 della Russian Performance Motorsport e il suo co-pilota Alexey Arnautov a Mikołajki, a ovviamente avrà rivali temibili con cui fare i conti, come ad esempio Łukasz Habaj (eSky Rally Team) che corre con la ŠKODA Fabia R5, Grzegorz Grzyb (Rufa Sport), che sta migliorando su terra, Norbert Herczig (MOL Racing Team), all’ultima gara nell’ERC e voglioso di chiudere in Top3 l’anno, Orhan Avcioglu (Toksport WRT) che salterà la gara di casa sua del WRC per continuare a fare esperienza nell’ERC e puntare al titolo nel 2019.

Huttunen in Polonia con la Hyundai R5
Jari Huttunen, Vice-Campione del FIA ERC Junior Under 27, sarà al via del Rally di Polonia con la Hyundai i20 R5. Il collaudatore della Hyundai Motorsport sta affrontando una stagione di test e presenze nel WRC e per il weekend del 21-23 settembre ha fissato l’impegno con il PZM Rally Poland, nel quale si confronterà con altri ragazzi della categoria Junior. “Il Rally di Polonia è un importante evento del mio programma di collaudatore – ha detto il finlandese – Non solo potrò passare altro tempo in macchina, ma avrò modo di prepararmi sulla terra per il Rally di Gran Bretagna del WRC che si terrà poche settimane dopo. Sarà la prima volta che tornerò al volante dopo il Rally di Finlandia e spero di ottenere le stesse prestazioni e risultati”. Huttunen si era piazzato secondo in WRC2 davanti al suo pubblico, poi ha ottenuto un quinto posto al Rally d’Estonia ad inizio mese. Viste le buone cose mostrate cone la i20 R5, il 24enne si aspetta di fare bene anche a Mikołajki. Jean-Baptiste Ley, Coordinatore ERC, ha aggiunto: “Jari è un grande esempio di talento naturale che ha utilizzato l’ERC per crescere e passare a livello internazionale. In una sola stagione in ERC Junior U27 è stato in grado di assimilare conoscenze ed esperienza e mostrare le qualità che possiede in modo da garantirsi una occasione di correre per una squadra ufficiale del WRC nel 2018″. “Di fatto Jari è uno dei tanti ERC Junior che ce l’hanno fatta come Fabio Andolfi, Emil Bergkvist, Jan Černý, Marijan Griebel, Nikolay Gryazin, Chris Ingram, Stéphane Lefebvre, Filip Mareš, Tamara Molinaro, Łukasz Pieniazek, Ralfs Sirmacis ed Aleks Zawada, tutti passati alle R5 dopo aver guidato le R2. In Polonia troverà una competizione di alto livello e non vediamo l’ora di osservarlo contro i tanti piloti bravi che abbiamo”. La Hyundai i20 R5 di Huttunen sarà iscritta dalla Hyundai Motorsport e preparata dal BRC Racing Team, come accaduto con Dani Sordo al suo debutto nell’ERC al Barum Czech Rally Zlín.

ERC2: fari puntati sul Subaru Poland Rally Team
Tibor Érdi Jr ha vinto il titolo al Barum Czech Rally Zlín con al sua Mitsubishi Lancer battendo il rivale russo Sergei Remennik, per cui i fari sono puntati sul Subaru Poland Rally Team che schiera Marcin Słobodzian. L’ex-pilota di pista e cronoscalate è con il team che vinse il tiolo con Wojciech Chuchałan el 2016 e nonostante la poca esperienza nella categoria il polacco ha appena vinto l’ultimo round della serie locale e punta in alto: “Non vedo l’ora di correre su queste strade. In Polonia siamo già Campioni e ora proveremo a spingere ancora di più per divertirci”.

Altre notizie
*Debutto per Paulo Nobre in Polonia con la Motorsport Italia con l’obiettivo di prendere punti come accaduto in Grecia.
*Non ci sarà Albert von Thurn und Taxis, che tornerà al Rally Liepāja.
*Jarosław Kołtun torna in azione dopo l’incidente che lo mise fuori gioco all’Azores Airlines Rallye. Si rivede anche Dariusz Poloński, passato ora ad una Ford Fiesta R5. Presente anche Szymon Ruta con il co-pilota Kamil Heller, già visto assieme a Filip Nivette.
*Simone Tempestini guiderà per la prima volta la Fiat 124 Abarth RGT su terra in una gara che fece già nel 2013.
*Torna a correre anche il navigatore americano Alex Kihurani assieme a Sean Johnston su una Opel ADAM R2.
*Jakub Brzeziński punta a vincere con la sua ŠKODA Fabia R5 il titolo polacco.