Official Series Partners

News

Botelho al via dell'ERC1 Junior alle Azzorre

2020-03-12T20:25:53+01:00Marzo 11th, 2020|2020|

Rafael Botelho sarà al via dell’Azores Rally, ovvero la sua gara di casa del FIA European Rally Championship.

Il nativo di Ponta Delgada sarà in azione sull’isola di São Miguel con la ŠKODA Fabia R5 della The Racing Factory passando così da una Rally4 ad una Rally2. L’accordo prevede anche la partecipazione ad altre gare del campionato locale, ma si sta lavorando sul budget per prendere parte ad ulteriori eventi dell’ERC1 Junior.

Un grande piacere
“Ho iniziato a 3 anni con le moto e i rally sono sempre stata la mia passione. Ricordo che a 4-5 anni andavo a vedere le PS “Tronqueira” e “Sete Cidades”, per cui è un grande piacere farne parte ora. L’obiettivo era correre in ERC1 Junior la mia gara di casa e sono entusiasta di poter confrontarmi contro piloti molto forti. Ho fatto solo un rally di 50km con questa macchina, quindi non ho molta esperienza, ma lo considero un sogno avverato”.

Tutto pronto per un cambio di format
Le tradizionali PS del sabato sono state spostate al venerdì, e viceversa, dunque Botelho e il suo navigatore Rui Raimondo sanno cosa li aspetta. “Il rally partirà già con un grande impegno come la “Graminhais”, che sono 24km. Poi c’è la “Tronqueira” di 20km e la “Vila Franca São Brás”, che è strettissima e su fondo scivoloso. Lo scorso anno la Tappa 1 era di 24km, in pratica come la PS1 del 2020. Si tratterà di resistere e sopravvivere con un approccio molto diverso e grande concentrazione”.

Speranze di lotta
“Da un certo punto di vista il sabato è più corto, sarà bello concludere sulla “Sete Cidades” e spero che tutto sia aperto fino alla fine.

Da McRae a Meeke, Kankkunen, Kubica e… Botelho
“Ricordo di aver visto in azione Alister McRae, Juha Kankkunen, Jani Paasonen pensando fossero i migliori. Quando sei piccolo hai una grande passione e io ho sempre voluto diventare un rallista per correre l’Azores Rallye. Quando nel 2009 è arrivato l’IRC mi è subito piaciuto e adoravo Kris Meeke, che vinse. La prima volta che l’ho fatto era il 2013. Era anche la prima di Eurosport, che mi intervistò al termine della “Tronqueira”, fu davvero speciale. Era anche l’anno che Robert Kubica partecipò, fu bellissimo avere un pilota così forte e stella della F1 fra noi”.

La prima… di una lunga serie?
“Al momento ho il budget solo per le Azzorre, poi in base ai risultati vedremo coi miei sponsor se ci sarà l’occasione di fare altre gare. Non dico nulla ora perché non lo so”.

Gli sponsor di Botelho
BAHCO (International Tools) e Pavão Enterprises Inc. sosterranno Botelho in ERC1 Junior.