ERC 2021: le gare su asfalto

2021-04-24T06:00:15+02:00Aprile 24th, 2021|2021|

Nel 2021 il FIA European Rally Championship correrà quattro round su asfalto: ecco quali sono.

Rally di Roma Capitale, Italia: 23-25 luglio
Questo entusiasmante evento, organizzato dal promoter Max Rendina, si è svolto per la prima volta nel 2013, debuttando nell’ERC nel 2017, anno del ritorno dell’Italia in calendario dopo il Rallye Sanremo. Come sempre ci sarà una grande sfilata per il centro di Roma, partendo da Palazzo della Civiltà del Lavoro nella zona EUR, per poi affrontare due giorni di grandi PS. Nel 2020 le restrizioni dovute al Covid-19 hanno impedito lo svolgimento delle Super Speciali ad Ostia.

Barum Czech Rally Zlín: 27-29 agosto
Sempre presente nel calendario ERC dal 2004, anche quest’anno la gara si svolgerà nel sud della Moravia, a 300Km da Praga. Con strade tortuose e rovinate, i piloti avranno davanti a loro una sfida molto impegnativa, che verrà resa ancor più difficoltosa dai tratti lungo le foreste, che spesso sono bagnati da scrosci di pioggia. Il meteo resta imprevedibile, ma tantissimi sono i tifosi che si assiepano lungo le strade, soprattutto per la SuperSpeciale di Zlín. Quest’anno sarà il 50° anniversario dell’evento.

Rally Hungary: 22-24 ottobre
L’Ungheria è tornata nel calendario dell’ERC dopo l’ultima apparizione nel 2003. Si corre a Nyíregyháza, a nord-est del paese e a 150′ circa dalla capitale Budapest. Nel 2018 era ancora denominato Nyíregyháza Rally ed è stato il gran finale di stagione, con tanti piloti di casa in azione. Il Campione locale Norbert Herczig lo ha descritto come “un rally misto di strade larghe, strette e velocissime, ma di ottima qualità”. Il governo locale fornirà con entusiasmo il suo supporto e il meteo imprevedibile del 2019 lo ha reso ancor più intrigante come rally.

Rally Islas Canarias: 18-20 novembre
Torna nel calendario ERC nel 2016 dopo due anni di assenza, le sue Speciali si svolgono su strade di montagna in salita e discesa, per questo i concorrenti debbono compilare il radar in modo molto accurato. Una delle caratteristiche è l’asfalto abrasivo derivato da lava vulcanica. Il grip quindi è molto alto, soprattuto in caso di pioggia. Le curve si potranno tagliare in traiettoria, ma detriti in strada spesso non ce ne sono.