Il riassunto della stagione: Rally Hungary

2019-12-30T06:00:11+01:00Dicembre 30th, 2019|2019, Rally Hungary|

Chris Ingram è Campione 2019 del FIA European Rally Championship dopo un finale incredibile al Rally Hungary che ha visto il pilota della Toksport WRT e il suo navigatore Ross Whittock salvarsi nel finale nonostante due forature alla propria ŠKODA Fabia R5.

A vincere la gara è stato a sorpresa Frigyes Turán, che nel finale ha beneficiato della foratura in cui sono incappati Alexey Lukyanuk ed Alexey Arnautov, i quali chiudono l’anno al secondo posto con 132 punti, contro i 141 di Ingram e Whittock, che si erano presentati all’evento con 19 punti di margine su Łukasz Habaj (Sports Racing Technologies) e 28 su Lukyanuk. Il russo viene però sconfitto con gli scarti, mentre Habaj si è ritirato ieri senza rientrare in gara oggi.

Da segnalare che Ingram con questo titolo va a completare l’ascesa al successo avendo debuttato nel 2014 nell’ERC con una Renault Twingo (portandosi a casa il Colin McRae ERC Flat Out Trophy del Circuit of Ireland), passando poi alla Peugeot UK e infine all’ADAC Opel Rallye Junior Team, con cui ha perso nel 2016 il titolo dell’ERC3 Junior a vantaggio del suo compagno Marijan Griebel a Liepāja. Il nativo di Manchester si è riscattato l’anno dopo contro Jari Huttunen e nel 2018 ha potuto lottare per la corona dell’ERC1 Junior, andata però a Nikolay Gryazin.

Nonostante i problemi economici, con la madre che ha lanciato una raccolta fondi per mandarlo a correre le ultime gare dell’anno dopo aver perso la battaglia in ERC1 Junior per 0″3 contro Filip Mareš al Barum Czech Rally Zlín, Ingram è riuscito nell’impresa di issarsi in vetta alla graduatoria assoluta.

La foratura di Lukyanuk nel finale ha quindi regalato il successo a Turan, con Ingram che alla fine si ritrova quarto dietro a Callum Devine (Hyundai Motorsport N-Motorsport Ireland).

Andrea Nucita è Campione in Abarth Rally Cup, mentre Erik Cais vincendo la Classe ERC3 termina secondo in classifica di categoria dietro al Campione Efrén Llarena.

Ekaterina Stratieva è regina nell’ERC Ladies’ Trophy per la terza volta, mentre il Saintéloc Junior Team vince il titolo riservato alle squadre precedendo Toksport WRT ed ACCR Czech Rally Team.

Tappa 2: Lukyanuk un fulmine sul bagnato, ma festeggia Turán

La domenica era iniziata con i 10,6km della “Óhuta-Fony” vinti da Ferenc Vincze, mentre sia Lukyanuk che Ingram hanno avuto problemi ai freni, con il russo che ha perso quelli posteriori e l’inglese che si è quasi girato. Quest’ultimo ha poi forato l’anteriore destranella prova successiva, dovendosi fermare con Ross Whittock a cambiare la ruota perdendo oltre 2′ e lasciando il secondo posto a Frigyes Turán.

Le cose non sono andate bene nemmeno per Filip Mareš, ritiratosi prima della PS8 per problemi al servosterzo nonostante fosse a 6″8 dal podio. Fuori pure Lukasz Habaj che non è ripartito dopo i guai di ieri.

Dopo la PS10, gli organizzatori hanno deciso di cancellare la 14 per motivi di sicurezza, data la pioggia fortissima.

Lukyanuk ha vinto la SuperSpeciale di Nyíregyháza e Ingram si è piazzato terzo. “Lucas” ora ha oltre 2′ di margine sugli inseguitori e il britannico resta terzo con 1’38” su Norbert Herczig, che ha raggiunto il quinto posto al volante della sua Volkswagen Polo GTI R5 dopo una marea di forature.

Ingram ha sudato freddissimo ritrovandosi con una gomma a terra nuovamente e perdendo quel podio che gli consentiva di stare davanti a Lukyanuk in classifica di campionato, ma “Lucas” a sua volta ha avuto il medesimo problema proprio all’ultima PS, con Turán che ha quindi vinto il rally.

I punti bonus di tappa hanno poi fatto la differenza e con Lukyanuk a prenderne solo 2 per il 6° posto di giornata è Ingram a vincere il titolo con 9 lunghezze di vantaggio.

Kristóf Klausz è andato fuori strada nella PS9, con Vincze che invece ha alzato bandiera bianca per un surriscaldamento alla ŠKODA Fabia R5 della Korda Racing.

RALLY HUNGARY, 8-10 NOVEMBRE 2019

TOP 10 (dopo 14 PS, 211,52 km)
1 Frigyes Turán (HUN)/László Bagaméri (HUN) ŠKODA Fabia R5 2h11m28.0s
2 Alexey Lukyanuk (RUS)/Alexey Arnautov (RUS) Citroën C3 R5 1h06m39.4s +33.7s
3 Callum Devine (IRL)/Brian Hoy (IRL) Hyundai i20 R5 +3m39.5s +1m25.9s
4 Chris Ingram (GBR)/Ross Whittock (GBR) ŠKODA Fabia R5 +1m48.5s
5 Norbert Herczig (HUN)/Ramón Ferencz (HUN) Volkswagen Polo GTI R5 +3m12.3s
6 Albert von Thurn und Taxis (DEU)/Bernhard Ettel (AUT) ŠKODA Fabia R5 +6m04.3s
7 Sean Johnston (USA)/Alex Kihurani (USA) Citroën C3 R5 +6m55.0s
8 Erik Cais (CZE)/Jindřiška Žáková (CZE) Ford Fiesta R2T +13m22.5s
9 Pál Lovász (HUN)/Tamás Kürti (HUN) ŠKODA Fabia R5 +5m03.1s
10 Paulo Nobre (BRA)/Gabriel Morales (BRA) ŠKODA Fabia R5 +14m08.8s

FIA ERC2: Andrea Nucita (ITA)/Bernardo Di Caro (ITA) Abarth 124 rally
FIA ERC3: Erik Cais (CZE)/Jindřiška Žáková (CZE) Ford Fiesta R2T
ERC Ladies’ Trophy: Ekaterina Stratieva (BGR) Peugeot 208 R2