Official Series Partners

News

La Saintéloc attacca su due fronti nel 2019 con PEUGEOT 208 R2 e Citroën C3 R5

2018-11-30T09:00:53+01:00 novembre 30th, 2018|2018|

La Saintéloc Racing ha in programma un attacco su due fronti per la stagione 2019 del FIA European Rally Championship con vetture R2 ed R5.

La squadra francese è pronta a schierare una Citroën C3 R5 per la prima categoria e tre PEUGEOT 208 R2 in ERC Junior.

“La stagione 2018 dell’ERC è finita e quindi ci siamo già messi a preparare il 2019 – ha dichiarato il manager di Saintéloc Racing, Vincent Ducher – Dopo aver corso con successo con le PEUGEOT 208 R2 e la T16 R5, ora cerchiamo un pilota di livello per la nostra nuova Citroën C3 R5, ma anche giovani pronti a crescere con le PEUGEOT 208 R2. Stiamo cercando anche sponsor per affrontare non solo i rally, ma anche i test”.

In vista del 2019, la Saintéloc ha preso Mattias Adielsson per correre il Rallye du Var con la Citroën C3 R5. Nonostante fosse la prima volta alla guida della vettura, lo svedese si è piazzato in Top20 contro le altre 30 R5, completando la gara con il Rally2 dato che nella prima tappa aveva riportato alcuni danni.

Anche il finlandese Aki Sahila era presente all’evento e ha terminato terzo in Classe R2 con la PEUGEOT 208 precedendo il francese Alexandre Mollard sull’altra auto del Leone.

La Saintéloc ha un passato di livello nell’ERC collaborando con la PEUGEOT Rally Academy dal 2013 al 2015 e nel 2017-2018 con piloti del calibro di Kevin Abbring, Jérémi Ancian, Craig Breen, Diogo Gago, Miika Hokkanen, Stéphane Lefebvre, Pepe López, Charles Martin, Catie Munnings, Laurent Pellier, José Suárez e Simon Wagner.

In attesa della conferma del Consiglio Mondiale FIA, la stagione 2019 si aprirà il 21-23 marzo con l’Azores Airlines Rallye per un totale di 8 eventi, 4 su terra e 4 su asfalto. L’ERC Junior è formata da 6 eventi, anch’essi suddivisi equamente fra terra e asfalto.

La Saintéloc punta a proseguire la collaborazione con Catie Munnings, cresciuta tanto in ERC Junior nelle ultime due stagioni.

Foto: Damien Saulnier Photographie