Official Series Partners

News

Magalhaes torna in azione nell'ERC con il Team Hyundai Portugal

2020-02-14T14:00:03+01:0014 Febbraio, 2020|2020|

Bruno Magalhães nel giorno di San Valentino ha annunciato il suo ritorno nel FIA European Rally Championship per la prossima stagione con il Team Hyundai Portugal.

Il portoghese prenderà parte a tutti e otto gli eventi dell’anno a bordo della Hyundai i20 R5, sulla quale verrà affiancato da Carlos Magalhães, che con lui vinse nel 2010 l’Intercontinental Rally Challenge e con il quale corre stabilmente dal 2014.

Il Team Hyundai Portugal ha rivelato su Facebook stamattina i propri programmi, con l’AD Sérgio Ribeiro che per il 2020 ha grandi ambizioni e speranze.

“Porteremo i nostri valori e la passione per i rally nell’ERC, sostenendo i nostri piloti”.

Magalhães si è detto ovviamente contentissimo: “Amo l’ERC, c’è una atmosfera speciale e la copertura è ottima. Abbiamo tanti rally diversi e rappresenta sempre una sfida impegnativa per i piloti. L’anno scorso è stato molto difficile rinunciarvi, ma non l’ho mai dimenticato e sono riuscito ad accordarmi con il Team Hyundai Portugal per prendere parte a tutto l’anno, il che è veramente incredibile per me”.

Da Magalhães a Magalhães
Hugo Magalhães ha fatto da navigatore a Bruno Magalhães per cinque anni, poi nel 2020 quest’ultimo ha scelto Carlos Magalhães per il suo ritorno nell’ERC.

“Hugo non conosceva nulla di questo progetto perché ha deciso di affiancare un altro pilota. Ma siamo sempre amici, ora ho scelto Carlos Magalhães perché entrambi abbiamo le stesse ambizioni essendo dei Magalhães! Ho chiesto se era disponibile, dato che avevamo fatto solo una gara l’anno scorso assieme, si è mostrato entusiasta”.

La Sports&You lavorerà sull’auto
La Sports&You si occuperà della i20 R5 di Magalhães con specifiche aggiornate: “Ho provato la macchina in Sardegna alla fine dello scorso anno per vedere motore e sospensioni nuove, è stato un bel salto rispetto al modello precedente e tutti sono rimasti colpiti e felici. Per la Sports&You sarà la prima annata nell’ERC, ma ha esperienza e affronterà anche questa sfida difficile con il giusto piglio”.

Magalhães punta al titolo con l’esperienza
Per ora il 39enne portoghese non fa grosse previsioni per il 2020, preferendo concentrarsi sulla preparazione, ma alle spalle ha l’esperienza della lotta per i titoli 2017 e 2018 nella serie che sarà utlissima.

“Nel 2017 ho lottato fino a quando non ho avuto l’incidente in Lettonia, mentre nel 2018 ero secondo a -6 da Alexey Lukyanuk quando problemi economici mi hanno costretto a rinunciare alle ultime due gare. Quando sei così vicino ad un titolo e devi lasciare tutto per problemi di soldi, è molto dura da accettare, mentalmente ne ho sofferto parecchio. Ma la verità è che non bisogna mai arrendersi, sono tornato in Portogallo l’anno scorso senza dimenticare l’ERC. Quando ho capito che ci sarebbe stata anche solo una piccolissima possibilità, mi ci sono buttato subito. Se un giorno dovessi riuscire a vincere sarebbe il risultato più importante di tutta la mia carriera. Nel 2017 ci sono andato molto vicino, nel 2018 ho lottato fino a che ho potuto, ora la storia mi dà una terza occasione, ma sinceramente preferisco non pormi obiettivi al momento”.