Official Series Partners

News

Mattia Vita racconta la sua avventura alle Canarie

2018-05-13T18:00:01+02:00 maggio 13th, 2018|2018, Rally Islas Canarias|

Mattia Vita ha affrontato il secondo round del FIA European Rally Championship, il Rally Islas Canarias. Purtroppo la sua avventura in Classe ERC Junior Under 27 è finita troppo presto. Ecco il suo racconto.

“Avevo molte speranze per questo Rally Islas Canarias, ma tutto è finito dopo 11km! Purtroppo un problema meccanico ci ha messo K.O. prima ancora di iniziare la gara vera e propria. So che fa parte del motorsport, bisogna accettare tutto anche quando non sono cose sotto il tuo controllo”.

“Dopo la prima PS il motore ha cominciato ad andare a 3 cilindri. Sapevamo di avere un problema, poi si è rotto un pezzo di un pistone cominciando a spruzzare olio sullo scarico arroventato, dunque è partito l’incendio”.

“Fortunatamente il mio co-pilota Pietro ed io abbiamo avuto la prontezza di fermarci subito e spegnere tutto con l’estintore. Siamo riusciti a salvare l’auto, ma il rally è finito”.

“Ovviamente è stata una delusione perché da quello che avevamo visto nelle ricognizioni sembrava una gara stupenda e non vedevamo l’ora di cominciarla. So che debbo fare molta esperienza, ma su queste cose non posso farci niente e debbo rifletterci sopra. E’ successo, è un peccato, tutto qui”.

“Il resto del rally l’ho passato da spettatore andando nelle PS e guardando le azioni. Alcuni piloti non amano fare questo perché è una sofferenza, quando ti ritiri, ma per me è una opportunità di imparare vedendo da un altro punto di vista quello che amo fare”.

“Da fuori penso che si possa apprendere di più, come ad esempio le frenate, che ritengo sia la cosa più difficile da capire. In prova ho potuto vedere come si comportavano i vari piloti e ne ho preso nota. Ogni giorno si può imparare qualcosa”.

“Siamo in ERC Junior Under 27 Championship e bisogna trarre vantaggio da tutto. Siamo tutti molto vicini e in competizione, ma ci sentiamo come una famiglia e sono contentissimo di farne parte. Quando ho dovuto scegliere non ci ho pensato molto, bisogna sempre puntare al meglio se si vuole fare una buona impressione, che poi è quello che desidero come sfida”.

“E’ molto motivante e non mi arrendo, il prossimo evento sarà quello in casa mia. Entusiasmante. Prima farò un test con la mia PEUGEOT 208 R2 e quindi non vedo l’ora di cominciare”.